Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Cu.Bo - PH Fattoria 3-1

Scritto da Administrator Il . Inserito in Partite

Cubo-PH 3-1Ottima prova dei Cubisti di Mister Baldini che "matano" la bestia nera PH (ex-Pilastro) gestendo la gara dall'inizio alla fine contro una delle formazioni dichiaratamente candidate alla vittoria finale. In gol tutte e tre le bocche da fuoco biancorosse per un risultato abbondantemente giusto.

 

Dopo la buona gara nella tana del PdC si torna a calcare l'erba sintetica del "Cubo Stadium" che all'esordio non era stata molto benevola; giornata fresca leggermente ventilata, insomma l'ideale per giocare al calcio.

Sugli spalti si nota fin da subito il ritorno dopo il lungo DASPO degli "Ultras Cubo" (già presenti nella prima trasferta stagionale ma non ancora ufficialmente con lo striscione) che immediatamente fanno sentire il loro appoggio ai padroni di casa.

Venti (20) i Cubsiti chiamati a raccolta da Mister Baldini che, giustamente, conoscendo il valore dell'avversario per averlo affrontato già due volte con altrettante sconfitte, decide di variare il modulo tattico provato nelle prime gare per un più guardingo 4-4-2.

Finotti, Collina, Alessandrini, Valentini, Marchesini, Marchi, Musiani, Ventura, Fuligni, Verdolini, Giudiceandrea

Agli ordini del Sig.Busnelli, maglie tradizionali biancorosse per il Cu.Bo, maglia blu-notte Sottish-Style per il PH La Fattoria.

Fischio d'inizio e le prime battute sono di studio per entrambe le compagini, subito però si nota come dalla corsia di destra biancorossa arrivano i pericoli maggiori con Marchi subito in "palla" a sfondare più volte, magari spesso con frenesia, ma comunque costantemente percoloso, dalle sue prime incursioni nascono i grattacapi per la difesa del PH che sbanda pericolosamente in più di una situazione; il primo sussulto avviene da corner con Musiani che impatta di testa ma la sfera termina alta di poco, minuto 10 e la gara si sblocca: affondo dello scatenato Marchi che crossa al centro, ribattuta della difesa con palla che arriva a Verdolini il cui tiro/assist giunge sui piedi di Giudiceandrea che di "killer-instict" fredda il portiere beffando anche il suo marcatore. 1-0.

Sterile la reazione dei più "blasonati" avversari che dalle parti di Finotti si fanno vedere prevalentemente grazie ad errori di appoggio dei Cubisti come nel caso di uno sfondamento sull'out di sinistra da parte del numero 9 dove Alessandrini e Collina non si intendono a dovere, da una ripartenza ancora Giudiceandrea calcia a botta sicura ma la palla centra il palo a portiere battuto.

Ultras CuboCome spesso accade dal possibile 2-0 si va al pari degli ospiti in poco più di un giro di lancette: sanguinosa palla persa a centrocampo con sfera depositata all'accorrente velocissimo numero 9 che passa tra Alessandrini e Valentini e batte Finotti con un rasoterra. 1-1 e tutto da rifare.
Il pareggio, nonostante il continuo incitamento dei tifosi locali, è mortifero per i Cubisti che accusano un pò il colpo e smettono di rendersi pericolosi se non per un colpo di testa di Valentini da calcio d'angolo. Fortunatamente l'intervallo arriva per chiarire le idee e metter testa in ghiaccio.

La pausa porta serenità e i Cubisti ricominciano a tesser gioco mentre gli ospiti prediligono il lancio lungo sulla punta centrale che, abile nel gioco aereo, di sponda a servire il veloce n.9, più manovrate le azioni di marca Baldiniana anche se ogni tanto si "inceppano" sulla mediana, più fluide invece quando con cambi di campo si gioca sugli esterni.
Minuto 50 ed iniziano le sostituzioni per cercare di sfruttare la panchina lunga che è una risorsa importante e anche in questa occasione si dimostra decisiva, entrano in ordine sparso ma a distanza di poco Uguccioni che si piazza in mezzo, Pazi ad incollarsi al solito n.9 (col conseguente avanzamento di Collina), Tanfani a rosicchiar garetti in mezzo e Scarfò sull'out di sinistra.
Il ritmo si alza e da destra arrivano i maggiori pericoli per gli ospiti che però soccombono su sfondamento centrale di Verdolini, il sosia di Giroud dal limite dell'area lascia partire un tiro che si infila a fil di palo bagnando così la sua prima rete in biancorosso e prenotando quindi per martedì il vassoio di paste d'obbligo.
La reazione della Fattoria è tutta in una sponda di testa del numero 11 per l'accorrente esterno di destra che però non c'entra la porta di Finotti prima dell'ingresso in campo di Bastarrica che torna a vestire la maglia Cubista dopo 5 anni. Quando se ne andò per girare il mondo, l'attaccante Uruguaiano disse: "spero di tornare a Bologna e stavolta poter giocare davvero a calcio", un lustro dopo eccolo nuovamente rientrare in campo e siglare dopo pochi minuti la terza rete su assist di Scarfò. Meglio di così non si poteva sperare e tutti sotto la curva a festeggiare.

Migliore in campo: Verdolini

 

mister intervistaBuona partita e vittoria importante prima del turno di riposo. Sono soddisfatto della prestazione anche se sono convinto che si possa fare di più e meglio. La cosa che mi fa piacere è aver ritrovato la via del goal con i nostri attaccanti. La squadra ha commesso qualche ingenuità di troppo come nell'occasione del goal avversario, ma nel complesso è stata vicina e compatta in fase difensiva ed è ripartita piuttosto bene nelle situazioni offensive, anche se credo si debba essere maggiormente precisi nei passaggi. Continuo e continuerò ad insistere su questo aspetto che per me è fondamentale. Inizialmente abbiamo sofferto difensivamente le accelerazioni dei nostri avversari più veloci ma alla fine non abbiamo rischiato più di tanto. Il centrocampo è partito bene ma dopo una ventina di minuti siamo andati un pò in confusione e ci siamo un pò persi, abbiamo spinto molto di più a destra che a sinistra dove avevamo vere praterie che, purtroppo, non abbiamo sfruttato a dovere. Come ho detto prima della partita, la risorsa vera di questa squadra è la panchina e oggi i ragazzi che sono subentrati lo hanno dimostrato. Dopo questa vittoria sarà importante rimanere con i piedi piantati ben a terra e non credere di aver compiuto chissà quale impresa. Sono tre punti e basta. Ora due settimane per prepararci ed allenarci per la partita contro il Marzabotto

whatsapp..ci scanniamo,vinciamo,perdiamo,pareggiamo,ma siamo sempre lì uniti e forti più di prima!oggi dopo un primo tempo in controllo andiamo negli spogliatoi mortificati per un gol ingiusto e poi usciamo e cosa succede?vinciamo 3 a 1 senza mollare mai,nessuno escluso e tutti a sostenerci,proprio per questo io sono tornato a giocare a pallone! G.C.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets