Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Cu.Bo - Borussia L. 1-1

Scritto da Administrator Il . Inserito in Partite

Cubo-Borussia 1-1Biancorossi in vantaggio con Melis giocano una buona gara sprecando l'impossibile e venendo raggiunti da un generoso rigore nell'unica occasione concessa, nel finale sprecato poi il match-ball sempre dal dischetto per un pari che non smuove la classifica e che di certo non rispecchia ciò che si è visto in campo.

Giornata limpida in quel di via del Carpentiere dove un sole tipicamente invernale fa capolino sul sintetico universitario. I Cubisti arrivano alla spicciolata intenti a interrompere la striscia negativa di due risultati consecutivi a sfavore. Sfida inedita tra le due compagini che mai si sono affrontate. Completo storico biancorosso per i padroni di casa, maglia giallonera per gli ospiti.
Alcune defezioni in casa Cubista dove, oltre ai degenti di lungo corso si aggiungono in infermeria anche Marchesini e Musiani; Mister Baldini, dopo la breve parentesi tattica della scorsa settimana, torna a schierare il consueto modulo:

Finotti, Pazi N., Cicognani, Melis, Calò, Marchi, Uguccioni, Tanfani, Scarfò, Collina, Giudiceandrea

Calcio d'inizio con il Cu.Bo che cerca immediatamente di prendere possesso del centrocampo e con esso delle sorti del match, la manovra è lineare e un taciturno Baldini lascia che i suoi scudieri gestiscano individualmente le situazioni e trovino le contromisure.
Dopo qualche minuto di studio, un filtrante di Scarfò trova pronto Collina abile a bruciare in velocità la linea arretrata giallonera, ma la conclusione del giovane attaccante-ala-terzino risulta abbastanza centrale; La pressione dei padroni di casa si fà più insistente e l'unica conclusione verso lo specchio della porta del Borussia è affidata a un calcio piazzato fuori di una metrata.
Minuto 20 da annotare una conclusione di Uguccioni da rivedere la convergenza e altre situazioni pericolose portate dall'inedita coppia Giudiceandrea-Collina.
Il riposo non porta stravolgimenti tecnico-tattici anche perchè la partita appare in completo controllo, la ripresa vede nuovamente altre occasioni di marca biancorossa fino al gol di Melis che raccoglie di testa un assist di Scarfò ed insacca in mischia.
Nemmeno il tempo di gioire che il Direttore di gara "vede" una trattenuta e concede il penalty che il numero 9 realizza confermando l'assurdo record di Finotti che continua a subire reti alla prima (e unica) occasione rimanendo in pratica con i guantoni puliti dalla seconda giornata di campionato.
Dalla decisione alquanto discutibile si entra di fatto in un'altra partita, più nervosa, più dura dove spesso a muoversi sono le lingue piuttosto delle gambe. Passano dieci minuti di confusione e da una progressione di Giudiceandrea arriva un rigore (con contestazioni a parti invertite stavolta) che Scarfò manda alto sopra la traversa.
Gli ultimi 10 minuti sono tutti di pura trance agonistica con il subentrato Bastarrica ad andare due volte vicino alla realizzazione e poi con ancora Giudiceandrea, lanciato tutto solo, che conclude sul corpo del portiere in uscita disperata.
Ultima occasionisima da annotare è una punizione di Collina dai 25 metri indirizzata all'angolino basso nella quale l'estremo difensore del Borussia compie un miracolo. Dopodichè al triplice fischio si scatena ciò che non vale la pena di esser descritto.


Altri due punti persi: iniziano ad essere un pò troppi con il rischio poi di dover davvero rincorrere al girone di ritorno; purtroppo in questo periodo gira storto, ad ogni mezza occasione gli avversari ci puniscono e dall'altra parte invece basterebbe segnare 1/4 di ciò che si crea per vincere agevolmente. Occorre essere meno nervosi in ogni situazione e certamente ad ogni buona prestazione non condita coi 3 punti la "Carogna" si fa sentire sempre più ma il nostro dovere è non mollare perchè solo così prima o poi la ruota girerà. Più forti del fato avverso!

Migliore in campo: Scarfò, Pazi N.

mister intervistaBuona prova della squadra, si poteva vincere e credo che la vittoria sarebbe stata meritata, peccato aver raccolto solo un punto. Questo periodo è negativo dove gli avversari ci puniscono alla prima occasione ma continuo a pensare di aver intrapreso il giusto cammino. Andiamo oltrere e cerchiamo di superare le difficoltà del momento che si limitano al solo risultato in classifica.

pyro

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets