Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Cu.Bo - Nepoti 2-0

Scritto da Administrator Il . Inserito in Partite

Cubo Nepoti 2-0 Scarfò e Giudiceandrea regalano la quinta vittoria consecutiva ai biancorossi che continuano la loro marcia a fari spenti ed iniziano a respirare l'aria rarefatta di alta classifica.

Sufficente gara dal punto di vista estetico ma chirurgica dal punto di vista del risultato ottenuto, anche per il fatto che è stato pareggiato lo scontro diretto dell'andata.

 ..E venne il giorno, il giorno di rifarsi della gara dell'andata, perchè quel due a zero sul groppone ancora non era stato metabilizzato per come era arrivato ma soprattutto per gli echi dei cori provenienti dallo spogliatoio avversario che ancora risuonavano nelle orecchie e nella testa di chi c'era quel giorno. Se "vendetta sportiva" c'è stata diciamo che non è stata completa, il 3-0 sarebbe stato ottimale, ma va bene così, quei cori sono tornati indietro come è giusto che sia in un contesto goliardico che è una gara amatoriale, la macchia è stata lavata, ora si può ripartire.
Pubblico delle grandi occasioni al Pilastro's Stadium, una quindicina di Ultras Cubo supportati da altrettanti supporters statunitensi giunti appositamente per seguire il loro Cubista a stelle e strisce, fiumi di birra valgono più di mille interpreti e via ai cori in un inglese maccheronato o italiano storpiato, indifferente, impossibile da capire ma va bene così, l'effetto è di quelli da ricordare alla voce "cose belle".
Divisa biancorossa per i padroni di casa, rispondono gli ospiti in completo blu.
Mister Baldini, rispetto alla battaglia infangata della settimana prima, opta per un pesante tournover conscio del fatto che la sua rosa glielo permette abbondantemente in questo periodo e sceglie dal mazzo i seguenti 11:

Finotti, Collina, Melis, Cicognani, Marchesini, Uguccioni, Musiani, Tanfani, Scarfò, Doraci, Giudiceandrea

Agli ordini del Sig.Ferrara duplice fischio e iniziano le ostilità; già dalle prime battute di gioco, si intuisce che gli ospiti prediligono una gara di contenimento raddoppiando o addirittura triplicando le marcature e appena possibile ricercare immediatamente l'unica punta con lanci a scavalcare il centrocampo, ma i venti metri di lunghezza in più rispetto al mini-Corticelli fanno parecchio la differenza, e la faranno per tutto l'arco della gara.
Purtroppo, il terreno del Pilastro - divenuto un lontano ricordo del campo che fù uno dei fiori all'occhiello degli impianti sportivi Bolognesi, ormai ridotto per l'elevato utilizzo e la scarsa cura, a una landa gibbosa e bombardata n.d.r. - non agevola il palleggio dei ventidue in campo, ancor di più chi cerca di giocarla sta benedetta palla, morale: le due compagini si annullano reciprocamente dando vita a poche occasioni nessuna delle quali particolarmente degne di nota.
La ripresa inizia con un coro che parte dalle tribune made in USA che chiedono a gran voce l'ingresso del loro beniamino con un eloquente "we want Matt", Mister Baldini cede alle pressioni della folla (o agli occhioni di alcune supporters d'oltreoceano) e immediatamente fà entrare Edmonds che subito cambia la gara o perlomeno la vivacizza.
Minuto 10 della ripresa: da un controllo in corsa proprio Edmonds si libera di un avversario e conclude di sinistro a lato, pochi minuti dopo da un corner la sfera Cubo-Nepoti 2-0 festeggiamentigiunge ancora a Edmonds che calcia forte a botta sicura ma centra in pieno il difensore in disperata chiusura, succesivamente da un filtrante sempre di Edmonds la sfera giunge a Doraci che si invola verso la porta, trattenuto dal difensore già ammonito il Direttore di gara fischia e sventola il secondo giallo, tutti pensano al rigore ma la decisione è di far battere dal limite dove l'arbitro presume sia iniziato il fallo concluso poi dentro l'area. La VAR comunque non dissolve ogni dubbio.
Punizione affidata a Scarfò che calcia, la palla non trattenuta dall'estremo difensore carambola beffarda in rete e sblocca un risultato che pareva congelato.
Il gol e l'uomo in meno costringe la Nepoti ad uscire dal suo guscio e per forza di cose si scopre al micidiale contropiede dei biancorossi che raddoppiano spietati con Giudiceandrea che capitalizza un passaggio sbagliato della retroguardia nepotiana. 2-0 e gara di fatto conclusa al 20esimo della ripresa.
C'è tempo di provare il ribaltamento del risultato dell'andata ma prima su Giudiceandrea poi su una bellissima conclusione di Scarfò destinata all'angolino il portiere vestito come uno Stabilo-Boss® si supera e impedisce l'aumento del passivo. Finisce tra il tripudio dei presenti, squadra come da tradizione a cantare sotto la curva e Finotti che mantiene la promessa e nello spogliatoio "uccide" il ciuffo...e ora tutti nella vasca del ghiaccio che tra 48ore si torna in campo per continuare a sognare l'impossibile.

Migliore in campo: Uguccioni, Cicognani

 

mister intervistaImportante era vincere e l'abbiamo vinta! Partita non bella, poche occasioni da goal e portieri raramente impegnati, il nostro penso mai. Purtroppo nel primo tempo la nostra manovra si è sviluppata centralmente e questo non ci ha agevolato nelle giocate, avevo chiesto di andare sugli esterni per cercare di aprire la difesa avversaria in modo di andare nell'uno contro uno ma non siamo riusciti in questo, abbiamo poi buttato (lanciato) via molti palloni, giocando molto poco palla a terra. Loro comunque si sono chiusi molto e hanno cercato ripartenze veloci ben controllati dai miei difensori. Nel secondo tempo le cose sono migliorate e siamo stati più incisivi cercando la profondità e la velocità dei nostri avanti che hanno messo in difficoltà la loro difesa. Noi abbiamo ritrovato solidità difensiva, concediamo davvero poco agli avversari e questo è bene,grazie anche al lavoro dei mediani davanti alla difesa. Continuiamo a fare i conti purtroppo con qualche infortunio di troppo che penalizza alcuni di noi che non sono al cento per cento. Volevamo fortissimamente questa vittoria ed è la quinta, una striscia positiva davvero importante che ci ha portato ai piani alti della classifica dove vorremmo rimanere il più a lungo possibile. Ora il Borussia e piedi per terra, la strada è ancora lunga e decisamente insidiosa.

 

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets