Questo sito utilizza i cookie per gestire autenticazione, navigazione, ed altre funzioni. L'utilizzo di questo sito costituisce accettazione implicita all'uso dei cookies sul vostro dispositivo.

Savigno - Cu.Bo 1-1

Scritto da Administrator Il . Inserito in Partite

Savigno Cubo 1-1Si infrangono allo scadere i sogni playoff della Banda Baldini. In vantaggio nel primo tempo grazie a Collina i biancorossi non riescono a portare a casa il prezioso gol e vengono raggiunti a 5 minuti dal termine dai padroni di casa.

Gara da dentro o fuori per i Cubisti che salgono alla spicciolata sui monti ben sapendo che i tanti agoniati playoff dipendono dai loro piedi e soprattutto da un unico risultato: la vittoria; qualsiasi altro risultato, infatti, non sarebbe utile in quanto, a parità di punteggio l'Universal verrebbe, paradossalmente, favorito dalla folle regola che a parità di scontri diretti si guarda il maggior numero di vittorie anzichè la differenza reti; una regola assurda ma che, in quanto tale, va per forza di cose accettata e rispettata.

La solita nuvoletta del ragioniere attende fiduciosa l'inizio del match per fare capolino, tuttavia, questa volta, il perfetto manto Savignese tiene botta e permette la disputa del match.

Completo giallo per i padroni di casa al quale rispondono i Cubisti con la tenuta da trasferta blu scuro con bordi biancorossi.

Mister Baldini dopo una notte insonne decide di non stravolgere e mantiene il profilo delle ultime gare variando leggermente il solo modulo al netto delle assenze e scegliendo i seguenti 11:

De Biase, Pentinone, Calò, Melis, Collina, Musiani, Pazi, Scarfò, Fuligni, Marchi, Giudiceandrea

La gara si disputa sotto il diluvio e quindi spesso condizionata dalle imprecisioni dovute alla velocità della sfera, pur tuttavia si nota un certo equilibrio e le due compagini, seppur con metodologie differenti, tendono ad annullarsi a vicenda: il Savigno predilige sfondare quasi esclusivamente sulla fascia destra ma i traversoni risultano spesso innoqui o disinnescati dall'inedita coppia Melis-Calò, all'opposto il Cu.Bo prova ripartenze partendo dalla trequarti dove il tridente dietro l'unica punta arriva facilmente fino ai 20 metri ma poi si inceppa il più delle volte incartandosi su se stesso. L'equilibrio viene interrotto dalla prima vera occasione del match: Pazi vede l'inserimento di Collina dalla parte opposta del campo e lo serve con una magistrale apertura, l'esterno controlla in corsa e conclude di destro appena dentro l'area e fulmina l'estremo difensore del Savigno con un tiro sul primo palo. 0-1 e Cubisti al momento qualificati.

Finisce il primo tempo e si va nello spogliatoio ad asciugarsi le ossa. Quelli che escono dalle 4 mura non sono però i Cubisti che hanno giocato il primo tempo tutto sommato decentemente, solamente un pò più asciutti. Per i successivi 40 minuti va in scena una sofferenza a difesa dello scarno risultato, fortunatamente i continui cross dal fondo del locali continuano ad attraversare innoqui l'area piccola fino a cinque (5) minuti minuti dalla fine quando il numero 11 decide di mettersi in proprio partendo dalla posizione di terzino destro percorre indisturbato diagonalmente tutto il campo e conclude di sinistro spiazzando De Biase. 1-1 ed ecco serviti i playout in salsa agrodolce (più agro che dolce).

Peccato perchè occorreva giocare il secondo tempo con più cattiveria, più malizia e sicuramente più voglia. Resta il rammarico che ci siamo andati veramente vicini nonostante l'annata nefasta ma, oggettivamente, soprattutto per quanto dilapidato in un intero campionato, probabilmente è quello che ci meritiamo. Adesso i play-out che non giochiamo da 4 anni: si resetta tutto e si riparte con un altro campionato che andrà innanzitutto onorato fino alla fine giocando con più convinzione e determinazione, pena quella parola che non vogliamo nemmeno nominare come non vogliamo volutamente nominare le gesta di certi "fenomeni con l'ombrello".

Migliore in campo: Calò

 

mister intervistaNon abbiamo giocato certo una delle migliori partite della nostra strana stagione, nonostante tutto siamo arrivati a pochi minuti dalla conquista dei Play-off e per colpa delle nostre solite amnesie difensive abbiamo compromesso la qualificazione alla parte alta della classifica. La stagione regolare è terminata e devo dire che non siamo stati certamente bravi e fortunati, ma fa parte del calcio saper accettare il verdetto del campo, bisogna ripartire e superare anche i momenti amari e deludenti. Pazienza, ora non sarà certo un problema giocare per la salvezza e daremo e faremo di tutto per mantenere la categoria.

UK Bookamekrs http://gbetting.co.uk Free Bets